351
    • 26 SET 22
    Mal di schiena: come prevenirlo e curarlo. Intervista al Dott. Daniele Burattini

    Mal di schiena: come prevenirlo e curarlo. Intervista al Dott. Daniele Burattini

    Mal di schiena. Ne soffre circa il 60% della popolazione, è una delle principali cause dell’assenza dal lavoro ed incide sullo svolgimento delle semplici azioni quotidiane, influendo sul benessere della persona. E’ un disturbo “trasversale” che colpisce ad ogni età. Lo stile di vita scorretto è tra i principali responsabili. Può essere causato da patologie dell’apparato muscolo-scheletrico o traumi. Motivi per i quali non va sottovalutato. Quando e come intervenire al meglio dunque? Ne parliamo con il Dott. Daniele Burattini, Coordinatore del Centro di Fisioterapia e Riabilitazione di UPMC Salvator Mundi International Hospital, dove l’equipe è specializzata nel trattamento delle patologie della colonna.

    Dott. Daniele Burattini, Coordinatore del Centro di Fisioterapia e Riabilitazione

    Dott. Burattini, gli stili di vita scorretti sono sempre dannosi. Lo sono anche per la nostra schiena dunque?

    Sì, una delle cause del mal di schiena cronico è sicuramente uno stile di vita scorretto. Peso eccessivo, sedentarietà e mancanza di attività sportiva sono tra le cause principali di quello che comunemente chiamiamo mal di schiena.

    Quanto lo smart working rischia di contribuire al peggioramento del benessere fisico?

    Molto, se non si rispettano determinate regole di ergonomia. Attrezzare la postazione di lavoro in modo adeguato può ridurre i rischi legati alla postura scorretta. Avere una seduta comoda ed un piano di lavoro adatto sono elementi fondamentali per la prevenzione del mal di schiena.

    Lo sport aiuta a combattere il mal di schiena?

    Una regolare attività fisica è di certo fondamentale e salutare, al fine di prevenire problematiche muscolo-scheletriche. È bene però, fare molta attenzione e non esagerare. Alcune attività più traumatiche, come la corsa, potrebbero causare problemi al livello della colonna. In questi casi, è bene scegliere le giuste attrezzature/calzature e non praticare esercizio fisico eccessivo ed incontrollato.

    Dott. Burattini, quali servizi si effettuano in UPMC Salvator Mundi International Hospital per il trattamento del mal di schiena?

    I fisioterapisti che operano in UPMC Salvator Mundi International Hospital hanno recentemente conseguito la certificazione della School of Health and Rehabilitation Sciences dell’Università di Pittsburgh, per la gestione del mal di schiena, specializzandosi ulteriormente nel trattamento dei disordini neuro-muscolo-scheletrici della colonna.

    Da questa collaborazione con l’Università di Pittsburgh, nasce il programma Spine Clinic, che consente di gestire al meglio tutte le problematiche legate alla colonna. Dopo una prima valutazione fisioterapica delle condizioni del paziente, il nostro team procede all’individuazione del miglior percorso terapeutico, secondo le ultime linee guida internazionali.

    Quando non sottovalutarlo e recarsi da uno specialista della riabilitazione?

    In caso di dolore acuto o cronico, è bene evitare l’autodiagnosi e il fai da te. Molti pazienti, spesso, seguendo i suggerimenti di amici e parenti, assumono senza controllo antinfiammatori e farmaci prima di un consulto specialistico. Al contrario, consigliamo sempre di rivolgersi ad uno specialista, che, alla luce dei sintomi riferiti, suggerirà al paziente l’iter terapeutico più adatto.