Nuova TAC per il nostro Centro di Diagnostica per immagini: minori radiazioni, maggiore velocità e precisione - UPMC Salvator Mundi International Hospital
    • 26 LUG 21
    Nuova TAC per il nostro Centro di Diagnostica per immagini: minori radiazioni, maggiore velocità e precisione

    Nuova TAC per il nostro Centro di Diagnostica per immagini: minori radiazioni, maggiore velocità e precisione

    Il Centro di Diagnostica per Immagini di UPMC Salvator Mundi International Hospital si rinnova dotandosi della nuova TAC SOMATOM Force – Siemens Healthineers.
    La sua innovativa tecnologia garantisce la veloce ed affidabile effettuazione di esami, con la minima quantità di radiazioni – consente una riduzione della dose radiante tra il 50 e l’80% – e con altissima qualità e definizione delle immagini (funzionalità 2D e 3D). Il macchinario è in grado di analizzare un intero organo in un’unica rotazione con la massima accuratezza e rapidità.

    Perché la TAC SOMATOM Force – Siemens Healthineers è adatta anche a bambini, anziani e pazienti con problematiche particolari?

    Questa tipologia di Tac ha inoltre il vantaggio di poter essere utilizzata anche per esami diagnostici in pazienti che richiedono maggiori accortezze, proprio per le sue caratteristiche come:

    • Ridotto impiego di mezzo di contrasto (dosi radiogene molto ridotte)
    • Assenza di sedazione
    • Velocità di esecuzione

    La TAC SOMATOM Force si avvale di un sistema di detezione ad alta definizione che, con una risoluzione spaziale nell’ordine dei micron, associata alla modalità di acquisizione con tecnica assiale, consentono di ottenere un’elevatissima qualità dell’immagine, mentre l’utilizzo di innovativi algoritmi di ricostruzione, permettono di impiegare dosi radiogene ridottissime per tutte le tipologie d’esame. Per una TC del torace, ad esempio, si utilizzano dosi inferiori ad 1 mSv, dose praticamente innocua per l’organismo. Si può ridurre l’utilizzo della quantità di mezzo di contrasto dal 50% all’80%, aspetto particolarmente utile, tra l’altro, nei pazienti con valori di creatininemia border-line, nei pazienti fragili, affetti da obesità ad esempio, negli anziani e nei bambini; tra l’altro la Tac è dotata di culla pediatrica per il facile e sicuro posizionamento di neonati e bambini durante la scansione. Sempre per pazienti pediatrici, o anche claustrofobici, la presenza di luci LED di diverso colore che illuminano il tunnel del gantry, possono migliorare l’atmosfera ed “alleviare” eventuali timori e tensioni.

    L’elevata risoluzione delle immagini è funzionale anche allo studio, in alta definizione, di piccole strutture anatomiche come l’orecchio interno o il polmone.
    La TAC SOMATOM Force offre inoltre la possibilità di visualizzare la composizione chimica della materia, rimuovendo dall’immagine, con un click del mouse, le strutture ossee, e raggiungendo la totale affidabilità delle immagini visualizzate anche nelle strutture anatomiche più complesse, come quelle della base cranica, dove gli studi Angio TC sono di difficile interpretazione.

    Questo macchinario dispone di particolari dispositivi per la riduzione della dose irradiata al paziente, costituiti da varie soluzioni tecniche combinate, denominate C.A.R.E. (Combined Applications to Reduce Exposures), tramite le quali è possibile ottimizzare l’emissione di raggi X e la quantità del mezzo di contrasto pur mantenendo un’eccellente qualità delle immagini.

    Un altro vantaggio offerto dalla nuova tecnologia è la possibilità di acquisire le immagini di un intero organo in una singola rotazione, grazie al detettore ad ampia copertura anatomica: ciò permette di minimizzare artefatti da movimento e di minimizzare lo stress per il paziente, velocizzando la durata dell’esame.

    Studi in doppia energia: è possibile acquisire lo stesso organo in un unico esame a due diverse energie (80 kV e 140 kV) per poi analizzare su workstation, con un software di registrazione integrata, le variazioni di attenuazione alle diverse energie; le applicazioni riguardano lo studio dei calcoli renali e l’attenuazione degli artefatti metallici da protesi o da otturazione dentale.

    Il SOMATOM Force porta l’imaging diagnostico ad un livello mai raggiunto prima grazie alla possibilità di generare strati da 0,4 mm, utili per esempio nel valutare più accuratamente le stenosi, le placche o gli stent, grazie alla possibilità di operare anche su pazienti adulti a bassi kV.

    Velocità di esecuzione: il SOMATOM Force permette di coprire l’intero torace in meno di un secondo, se necessario anche senza apnea. Una scansione total body richiede meno di 5 secondi, esami di perfusione o di imaging vascolare dinamico diventano routine e le scansioni su pazienti pediatrici richiedono meno di un secondo. La modalità di acquisizione Turbo Flash è anche la soluzione per la scansione dei pazienti più critici (es. pazienti obesi e politraumatizzati, pazienti pediatrici non collaboranti, pazienti che non riescono a trattenere a lungo il respiro).

    Esame cardiologico: è possibile effettuarlo anche su pazienti a frequenza cardiaca elevata o instabile, grazie all’elevata risoluzione temporale ottenibile con un tempo di rotazione minimo nell’ordine dei decimi di secondo. Consente di visualizzare aneurismi, placche, stenosi, anomalie vascolari, follow-up post-operatori. L’estensione del cavo ECG in fibra di carbonio, inoltre, da utilizzare per la scansione cardiaca sincronizzata, è stata progettata per eliminare i piccoli artefatti da metallo che possono infastidire soprattutto bambini piccoli e neonati.

    Esame vascolare. Con le funzionalità 2D e 3D, software specifici consentono di quantificare la presenza di calcio nelle coronarie e, sulla base di diversi parametri – viene calcolata, secondo percentile, anche l’età biologica delle coronarie del paziente – di valutare il rischio di eventuali eventi cardiaci acuti. La Tac permette una veloce ed efficiente rilevazione delle arteriosclerosi o di gravi stenosi e rende possibile una completa analisi vascolare completa in meno di 4 minuti.

    Lo studio dinamico volumetrico diventa applicabile all’encefalo, al fegato, così come al tronco ed a tutte le strutture vascolari complesse, come quelle intracraniche, analizzabili in separate fasi di circolo sanguigno, come nello studio cinematico di malformazioni arterovenose, di dissezioni o della vascolarizzazione dinamica di tumori.

    Esame oncologico. Le dotazioni strumentali avanzate della Tac SOMATOM consentono una lettura agevole e veloce di immagini oncologiche: analisi di follow up a differenti time point, segmentazione automatica di lesioni polmonari, epatiche, linfonodali e generiche. Si può così segmentare la lesione e visualizzarla in 3D. Il processo completamente automatico di marcatura della lesione e della generazione automatica della percentuale di crescita, accelera il processo di follow-up, aumentando il tempo a disposizione per la fase di studio e riducendo in modo significativo la variabilità di lettura, per ottenere risultati diagnostici affidabili e ripetibili.

    Per conoscere in dettaglio gli esami disponibili clicca qui.