Uno studio dell’uso inappropriato di antibiotici e l’applicazione di linee guida nelle infezioni del tratto urinario non complesse (UTI) - UPMC Salvator Mundi International Hospital
    • 16 NOV 18
    Uno studio dell’uso inappropriato di antibiotici e l’applicazione di linee guida nelle infezioni del tratto urinario non complesse (UTI)

    Uno studio dell’uso inappropriato di antibiotici e l’applicazione di linee guida nelle infezioni del tratto urinario non complesse (UTI)

    Nel 2011 la Infectious Diseases Society of America rilascia una linea guida di pratica clinica (CPG) che raccomanda una terapia antibiotica di breve corso e sconsiglia i fluorochinoloni per infezioni del tratto urinario non complesse (UTI).
    Queste indicazioni vengono rapidamente diffuse ai clinici attraverso articoli di aggiornamento scientifico ed i siti dei centri di controllo e prevenzione di malattie infettive.
    Per verificare l’applicazione effettiva delle linee guida diffuse, viene condotto uno studio su circa 655.000 donne con varie patologie ed un’età media di 30 anni, diagnosticate con UTI, visitate tra gennaio 2009 e dicembre 2013.
    La classe antibiotica più comunemente prescritta prima e dopo il rilascio delle linee guida risulta essere composta da fluorochinoloni e agenti non di prima linea con una minima variazione che passa dal 45% al 42%, dimostrando quindi un impatto irrilevante sul comportamento di prescrizione antibiotica da parte dei medici.
    In conclusione, la prescrizione inappropriata di antibiotici per il trattamento di infezioni del tratto urinario non complesse è molto comune e le linee guida di pratica clinica (CPG) non producono un cambiamento significativo nelle pratiche di prescrizione antibiotica per UTI.
    Il risultato è che sono necessari ulteriori interventi e misure per il cambiamento di questa pratica clinica.

    Per approfondimenti consulta lo studio.